Tipi da video: vlogger

Il vlogger è stata la prima tipologia di youtuber a comparire nella piattaforma nata nel 2005.
Oggi capiamo chi sono e perchè sono la categoria più famosa nel Web.

Chi sono i Vlogger?

Essere un vlogger su YouTube è una cosa che chiunque può fare, in qualunque momento: è necessaria una videocamera qualsiasi e una buona dose di argomenti di cui parlare. Un vlogger, infatti, non è nient’altro che un blogger, come lo sono io e qualsiasi altra persona scriva dei suoi interessi in uno spazio nel web, che parla di qualsiasi cosa voglia davanti ad una telecamera.
Questa è stata una delle prime categorie ad apparire su YouTube proprio per la sua accessibilità a chiunque.
Si può dire, infatti, che proprio il primo video apparso sulla piattaforma, postato da uno dei creatori, sia il primo vlog comparso. Il video è estremamente breve (19 secondi, per la precisione), ha come protagonista Jewed Karim, uno dei fondatori, davanti alla gabbia degli elefanti allo zoo di San Diego mentre descrive dove si trova. Si può dire che tutti gli altri vlogger hanno creato infinite variazioni di questo genere: video giornalieri sulla propria vita, video di aneddoti, video-parodie di film e canzoni e molti altri.

 

vlog

Che caratteristiche deve avere un buon vlog?

Le regole per un buon video blog non sono molte e variano a seconda della tipologia del contenuto ma ci sono alcune costati a cui si può fare attenzione:

  • Brevità: sì, è una caratteristica che devono avere quasi tutti i video (il perchè lo trovate qui). Non c’è un tempo massimo ben definito ma raggiungere i 3-4 minuti per sviluppare un concetto può essere sufficiente, soprattutto all’inizio della propria carriera di youtuber. Catturare l’attenzione del proprio pubblico con un breve video è fondamentale per far sì che l’audience guadagnata ritorni a guardare altri nostri contenuti.
  • Accessibilità: non iniziate un vlog parlando della fame nel mondo, neanche se siete uno youtuber che vuole parlare di attualità. Anche in quest’ultimo caso, alternate argomenti complessi a segmenti più leggeri. Ricordate che non è la televisione. Il vostro pubblico cerca risposte rapide, chiare e complete
  • Imparate dai più grandi: Picasso diceva “L’artista mediocre copia, il genio ruba”.
    Siate geni. Siate originali anche nel creare qualcosa che avete già visto.
    Su YouTube, come in molti altri social, funziona molto, in termini di acquisizione di pubblico, seguire i trend del momento. L’importante è non arrivare in ritardo ed affrontarli in modo originale rispetto agli altri.

Alcuni dei vlogger a cui potete ispirarvi, dato il loro ampio successo, sono: Tyler Oakley, uno youtuber statunitense con più di 7 milioni di iscritti che usa il suo canale come un vero e proprio diario dove condividere tutto ciò che ama; danisnotonfire, all’anagrafe Dan Howell, con 5 milioni di iscritti i suoi video alternano parti di racconto a brevi sketch comici.
Ed infine i veterani, i vlogbrothers: John ed Hank Green che hanno iniziato nel 2007 e ancora oggi creano contenuti su qualsiasi tema coinvolgendo un pubblico estremamente eterogeneo.

Il segreto per essere vlogger?

Ascoltate il vostro pubblico, interagite, valutate i feedback da integrare nel vostro lavoro che deve avere un lato di novità e originalità.

Condividi l'articolo!

Laura

Sono una giovane web-marketer & digital strategist laureata in Scienze della Comunicazione a Padova. Mentre mi specializzo in Comunicazione allo IUSVE di Mestre mi diverto a condividere la mia passione, YouTube, su youtubologia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.